Un po' di storia

volevo scrivere due righe sul sito e mi sono ritrovato a scrivere qualcosa anche di me...

Quando nel 1996 il mio parroco del tempo, don Martino, mi propose di andare due giorni di fine Agosto a Bonne di Valgrisenche, per prendere parte ai corsi per Animatori d'Oratorio che la Pastorale Giovanile della nostra Diocesi stava organizzando, non potevo sapere di stare per attraversare quelle famose "sliding doors" che ti cambiano la vita.
 
Ho accettato principalmente per via delle esperienze positive vissute alle Giornate Missionarie, a cui in quegli anni mi portava il mio amico Matteo Ricci.  
 
Li conobbi don Luca, grazie a cui poi entrai nello staff della PG, e nel giro di poco mi sono trovato catapultato da un'esperienza locale d'oratorio a confrontarmi davvero con ragazzi di tutto il mondo, partecipando agli Euroforum organizzati dalla Fimcap fino alle Giornate Mondiali della Gioventù, passando dagli incontri di Taizè di fine anno.
 
Ed è grazie a queste esperienze che ho maturato l'idea di realizzare un sito che raccogliesse tutto quello che si muoveva intorno all'oratorio e all'educazione dei più piccoli, un luogo dove scambiarsi idee e cercare di rimanere in contatto con le persone conosciute. Cose che oggi grazie ai social sono normale amministrazione.
 
Così nacque katena.it (registrato nel luglio 2002), uno dei primi portali di questo tipo in Italia, sviluppato nel tempo libero.

 

Il motto con cui è nato è una frase del premio Nobel George Bernard Shaw:

"Se tu hai una mela, e io ho una mela, e ce le scambiamo, allora tu ed io abbiamo sempre una mela per uno. Ma se tu hai un'idea, ed io ho un'idea, e ce le scambiamo, allora abbiamo entrambi due idee."

Sul sito sono rimasti attivi per anni il Forum dedicato allo scambio di idee, la chat, la raccolta giochi, i testi dei canti, la raccolta legislativa delle leggi regionali emanate riguardo alla novità del riconoscimento dell'Oratorio in ambito sociale, ecc.; poi con il passare del tempo sono nati e cresciuti nel Web altri siti molto validi che coprivano in modo specifico aree tematiche diverse, per questo ho cercato allora di focalizzare la mia attenzione sui Bans, creando il BansBox, un programma per ricercare, ascoltare e organizzare playlist di Bans.

In seguito seguire ed aggiornare il sito è diventato sempre più difficile, anche se con l'ultima versione che avevo creato come test, negli anni di mia inattività, vedere il sito arrivare a circa 3 milioni di pagine visitate, constatare che altri siti sul tema rimandavano ancora alle mie pagine e che alcuni testi sono stati usati per canzonieri e raccolte, devo dire che è stata una bella soddisfazione.

Mi ha fatto piacere anche essere contattato da associazioni e gruppi scout da tutta Italia, in qualità di "esperto", titolo che vale solo se relazionato al gruppo di amici e compagni di viaggio con cui ho condiviso le mie esperienze di animazione e formazione negli anni a cavallo di questo inizio secolo.

Mi è sembrato giusto allora rispolverare un po' le mensole e tornare con questa nuova versione, in cui cercherò di risalire, laddove possibile, alle fonti e alle storie di come siano nati i bans, le filastrocche e le canzoncine usate in animazione.

Davide